Psicologia

La soglia del transfert. Temi strutturali nella consultazione analitica

Maria Teresa Maiocchi

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2023

Il colloquio, il cum loqui, lo scambio tra parlanti - a tutt'oggi campo della clinica - da dove trae le ragioni della sua efficacia? E prima ancora, che cosa spinge chi soffre a varcare la soglia di un luogo estraneo, per prender parola sul proprio malessere, articolandolo in un discorso, di solito non senza pieghe imbarazzanti? Operazione di sincerità, il cui affronto non può mai esser dato per scontato, né da chi chiede aiuto, né da chi offre ascolto. È il punto su cui si articola questo testo: dove si radica questo prender parola? Su quali basi poggia il suo operare? Quale efficacia sperare dal flatus vocis, dal bla bla, dal "solo parole" con cui lo psicologo spesso viene messo all'angolo? Perché e come il parlare si lega alla relazione? È fattore efficace di cambiamento? Lo straordinario è che - malgrado il declino del credito accademico di cui la psicoanalisi oggi soffre - l'invenzione di un ascolto efficace, di una parola capace di incidere a livello del corpo, di una pratica fondata sulla funzione della parola e nel campo del linguaggio, non venga messa in questione, restando base generalizzata del lavoro dello psicologo. Non c'è angolo di un setting psicologico che non ne risenta, anche quando non sia "illuminato" da interrogativi che vadano a stanare i fondamenti su cui poggia, le ragioni per cui parlare e ascoltare siano strumenti di cambiamento. Interrogativi d'obbligo in una pratica scientifica. Quale valore ha potuto prendere il parlare, perfino al di là della consapevolezza dell'operatore? Quale segreto si cela nel discorso, tale da toccare l'organo? "Discorso d'organo" dice subito Freud... E in che modo entra in gioco l'operatore e il legame che la sua offerta crea? È qui che la pratica freudiana è stata decisiva. Con Lacan se ne possono interrogare le condizioni discorsive.
31,00
La morfopsicologia oggi

La morfopsicologia oggi

Bartolomeo Valentino

Libro: Copertina morbida

editore: Cuzzolin

anno edizione: 2022

pagine: 168

18,00
Gi adulti di fronte ai disegni dei bambini. Manuale di interpretazione del disegno per educatori e operatori

Gi adulti di fronte ai disegni dei bambini. Manuale di interpretazione del disegno per educatori e operatori

Paola Federici

Libro

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

pagine: 224

Disegnare, colorare, scarabocchiare sono occupazioni spontanee per tutti i bambini. Questo manuale intende essere una guida di riferimento per l'analisi dei disegni, sia quelli spontanei, sia quelli guidati ormai classici come l'albero, la figura umana, la famiglia. Il manuale è corredato da un Cd-rom con un'ampia casistica di esempi, quasi tutti a colori, suddivisi per argomento e per tipologia, che può fungere da eserciziario e da riferimento costante dei contenuti teorici del libro.
29,50
Giochi per crescere insieme. Manuale di tecniche creative

Giochi per crescere insieme. Manuale di tecniche creative

Libro

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

pagine: 176

Questo ultimo libro dell'Associazione culturale J.L. Moreno è frutto di una continua sperimentazione e dell'integrazione tra approcci diversi tesi al benessere e all'autorealizzazione dell'individuo attraverso la terapeuticità del gruppo. I percorsi proposti si avvalgono di diverse tecniche: psicodramma, musicoterapica, biodanza, massaggio contenitivo-affettivo, counselling espressivo, arte-danzaterapia, visualizzazione guidata, role-playing, esercizi di introspezione e meditazione. Per rendere più agevole il percorso a quanti vogliano accostarsi a queste tecniche, l'Associazione ha realizzato un DVD esemplificativo delle tecniche presentate.
24,00
Le tecniche grafiche come strumento di valutazione del trauma infantile

Le tecniche grafiche come strumento di valutazione del trauma infantile

Giovanna Manna, M. Rosaria Como

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

pagine: 144

Per gli psicologi che operano nell'ambito del maltrattamento infantile, le tecniche grafiche sono uno strumento ampiamente utilizzato. Nel processo di valutazione del trauma, la lettura del disegno può facilitare la conoscenza e la comprensione di temi o contenuti relativi ad esperienze particolarmente dolorose, altrimenti indicibili. Il ricorso alle immagini, più che il linguaggio o la scrittura, permette di esprimere in modo indiretto timori, paure, angosce e conflitti, attribuendo significato all'esperienza traumatica stessa. L'utilizzo di strumenti quali il Disegno della Figura Umana e il Disegno Cinetico della Famiglia consente di esplorare le rappresentazioni che i bambini hanno di se stessi e degli altri significativi. Il clima domestico violento o affettivamente povero, rilevato attraverso il Disegno della Giornata Preferita, caratterizza le immagini dei bambini che vivono l'esperienza dell'allontanamento dal proprio nucleo familiare. L'individuazione di specifici indicatori post-traumatici permette di rilevare ed interpretare gli effetti dell'esperienza violenta. L'esplicazione di alcuni casi e i dati elaborati in una ricerca ancora in corso, offrono utili spunti di riflessione e sottolineano sia l'utilità delle tecniche grafiche sia i possibili limiti applicativi.
20,00
Il corpo in una stanza. Adolescenti ritirati che vivono di computer

Il corpo in una stanza. Adolescenti ritirati che vivono di computer

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

pagine: 304

Il fenomeno del ritiro sociale - degli "hikikomori" - viene da anni studiato in Giappone. In Italia, invece, è ancora poco conosciuto, ma sempre più diffuso: negli ultimi dieci anni, infatti, è aumentato a dismisura il numero di genitori che chiedono aiuto, sgomenti di fronte all'isolamento sociale e al ritiro domestico del proprio figlio. Il volume fornisce una panoramica completa ed esaustiva sul tema del ritiro sociale. Nel corso della loro attività clinica e di ricerca, infatti, gli psicoterapeuti del Minotauro hanno cercato di entrare in contatto con i ragazzi ritirati nei modi più diversi: bussando alle loro porte, inviando messaggi e, in molti casi, riuscendo a farsi portare dentro la stanza e a discutere di Manga e videogiochi. Talvolta li hanno ingaggiati in lunghi percorsi psicologici durante i quali hanno sostenuto contemporaneamente gli sforzi dei loro genitori. Per la sua completezza e organicità, il testo si presenta come strumento indispensabile per tutti coloro - psicologi, psichiatri, insegnanti e genitori - che desiderino avere un quadro completo sulla teoria e sul trattamento del ritiro sociale in Italia.
37,00
Dove va l'anima?

Dove va l'anima?

Adriano Segatori

Libro: Copertina morbida

editore: Settimo Sigillo-Europa Lib. Ed

anno edizione: 2022

pagine: 94

Dove va l'anima? O per essere più espliciti: quale destino attende la psicologia, la psichiatria, la psicoterapia? E soprattutto l'uomo che ne è comunque al centro? L'autore ci insegna che l'anima anche per lo specialista deve avere un linguaggio rigoroso e preciso. E soprattutto una missione da compiere. Al di là degli schemi di una decadente modernità che continua a considerare riduttivamente la psiche umana solo sotto l'aspetto fisiologico e materialistico.
10,00
Perché comandano i folli e noi li facciamo comandare: un approccio fisiopatologico

Perché comandano i folli e noi li facciamo comandare: un approccio fisiopatologico

Francesco Cetta

Libro: Copertina morbida

editore: Pagine

anno edizione: 2022

pagine: 240

Cetta è un creativo, un "diverso", per usare un suo termine, che nasce pittore, poeta, curioso multidisciplinare, ma che poi per quarant'anni si dedica interamente alla chirurgia e alla ricerca clinica. Una volta conclusa la sua carriera accademica, ritorna a occuparsi di arte, e scrive un saggio su De Pisis, di letteratura, e scrive "Una nuova lettura di Céline", di creatività, ma anche di problemi sociali, come i danni da inquinamento ambientale, la ludopatia, o i danni da abuso di Internet, o il complesso rapporto tra politici "soli al comando" ed elettori. Si tratta, in definitiva, di nuovo tipo di lettura, reso possibile da un approccio ed un metodo innovativo. Come ribadisce lo stesso autore, non è una lettura "alternativa", ma "complementare", arricchente, rispetto a quella della filosofia, psicologia, antropologia, sociologia. Indubbiamente a tutta prima il testo può apparire difficile, perché fa riferimento a strutture, percorsi meccanismi dell'organismo, che richiedono conoscenze specialistiche per una immediata comprensione. Però si capisce che, pur non essendo in grado di fornire prove definitive di un cambio di paradigma, perché la materia trattata è in continua evoluzione, con l'approccio fisiopatologico si possono spiegare apparenti paradossi, incongruenze, misteri che riguardano la formazione del sé, il ruolo rispettivo della genetica, dell'epigenetica e del microbioma, la formazione del self e dell'autocoscienza, -la componente soggettiva della coscienza -, che sono fondamentali per i nostri comportamenti e le nostre scelte quotidiane, il nostro impulso alla generosità o all'intolleranza, ed anche nella complessa dinamica tra politici che ambiscono al potere ed elettori.
19,00
Il potere del tuo alter ego. Crea un'identità segreta per sviluppare il tuo potenziale

Il potere del tuo alter ego. Crea un'identità segreta per sviluppare il tuo potenziale

Todd Herman

Libro: Copertina morbida

editore: Giunti Editore

anno edizione: 2022

pagine: 288

Todd Herman, supportato da ricerche scientifiche e da innumerevoli storie provenienti dal mondo reale, ci vuole mostrare come sfruttare l'immaginazione umana per dare vita a nuove versioni di noi stessi, quelle capaci di sfondare. Quando eravamo bambini - sgomberi da paure, sovrastrutture e remore - fingevamo di essere un supereroe (emulando l'atleta preferito o un personaggio dello spettacolo adorato, ma anche un'infermiera, un pompiere, o qualsiasi altra figura avesse catturato la nostra immaginazione); da adulti, abbandoniamo questa innata creatività, considerandola addirittura "infantile". Herman - che lavora come coach da oltre venti anni e ha aiutato fuoriclasse di ogni genere ad affermarsi - sostiene che chiunque tenti un'impresa ambiziosa dovrà affrontare avversità, resistenze e sfide, e si pone sempre la stessa domanda: «Chi o cosa deve venir fuori da noi stessi affinché il successo sia inevitabile?». Partendo da questo, l'autore ci mostra come sia possibile migliorare qualsiasi aspetto della nostra esistenza utilizzando un alter ego, ovvero il nostro "io eroico", svelandoci che spesso non siamo capaci di sfruttare questi tratti fondamentali di noi stessi nemmeno quando ne abbiamo più bisogno. L'autore rafforza la sua teoria riportando storie avvincenti e stimolanti di venditori, imprenditori, intrattenitori, atleti, artisti e personaggi storici, che ci forniscono l'esempio su come dare vita all'Io eroico che è presente in ognuno di noi. Prefazione Luca Mazzucchelli.
24,00
Psicopatologia della vita quotidiana

Psicopatologia della vita quotidiana

Sigmund Freud

Libro: Copertina morbida

editore: Rusconi Libri

anno edizione: 2021

pagine: 304

Quest'opera, la più conosciuta di Freud assieme a "L'interpretazione dei sogni", è a tutt'oggi uno dei testi fondamentali per la psicoanalisi. Nel suo studio Freud espone la teoria secondo cui la maggior parte degli 'atti mancati' quotidiani, come la dimenticanza, l'errore nel parlare, nello scrivere e nel leggere o lo smarrimento di oggetti, siano espressioni di intenzioni inconsce. Secondo lui, quindi, quelli che a prima vista consideriamo accadimenti casuali e privi di importanza sono, in realtà, meccanismi significativi dell'inconscio con delle precise motivazioni. Ingegnoso e acuto, l'autore offre nuove interpretazioni del complesso comportamento umano e dimostra, senz'ombra di dubbio, che lo stato mentale normale e anormale sono meno differenti di quanto si pensi.
10,00
Il cervo e i suoi simboli

Il cervo e i suoi simboli

Daniele Ribola

Libro: Copertina morbida

editore: Magi Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 228

Questa narrazione è un continuo andare alle origini. Ci si volge indietro verso tempi passati non per cercare un'introvabile spiegazione e poter dire, alla fine, «il cervo rappresenta questo o quello», ma per immergerci nel tessuto immaginale molto complesso di questa immagine-simbolo. Non mancheranno in questo libro nozioni di zoologia ed etologia, ma il campo d'indagine principale è la valenza simbolica di questo animale. Fin dall'inizio della sua ricerca, l'autore si accorge che non è lui a «spiegare» la simbologia del cervo, ma è il cervo a parlare, a suggerire chi è e cosa vuole. E vedremo come, nelle leggende, nei miti, nei sogni, è sempre il cervo che si fa avanti e ci contatta, ci interpella, ci ferma, ci guida o fugge da noi, portando chi lo insegue in luoghi sconosciuti. Afflitto addirittura, e suo malgrado, d'eccedenza simbolica, il cervo è l'animale delle origini, dell'inizio, del limite fra essere e non essere e nel contempo simbolegia una delle funzione superiori della psiche: quella della trascendenza, dell'unione tra conscio e inconscio, requisito imprescindibile per ogni trasformazione della personalità e per ogni progressione della coscienza.
25,00
Divini dettagli. L'orientamento lacaniano

Divini dettagli. L'orientamento lacaniano

Jacques-Alain Miller

Libro: Copertina morbida

editore: Astrolabio Ubaldini

anno edizione: 2021

pagine: 252

Prosegue la pubblicazione dei Corsi tenuti da Jacques-Alain Miller presso il Dipartimento di Psicoanalisi dell'Università di Parigi VIII dal 1981 al 2011. In questo Corso, che è dell'anno accademico 1989, l'argomento centrale è 'il dettaglio'. È il dettaglio che permette al geniale critico d'arte l'attribuzione di un quadro al suo vero autore ed è il dettaglio che costituisce la ricchezza dei maestri della letteratura. Del resto è proprio da Nabokov che J.-A. Miller trae spunto per il titolo del Corso. È a partire dal dettaglio che gli psichiatri possono diagnosticare una psicosi ed è con un dettaglio, chiamato da Lacan "oggetto piccolo a", che lo psicoanalista opera nella cura. C'è però anche un dettaglio non da poco che unisce e separa gli esseri umani, che Freud ha chiamato 'fallo'. J.-A. Miller analizza i tre Contributi alla psicologia della vita amorosa e il Disagio della civiltà di Freud per indicare i lineamenti freudiani ripresi nel concetto lacaniano di 'godimento'. In fondo è proprio partendo dal mito del complesso di Edipo che Lacan, privilegiando il complesso di castrazione, arriva a elaborare la logica del significante fallico. Dal lato invece della mitologia freudiana delle pulsioni, Lacan elabora la logica dell'"oggetto piccolo a".
22,00